La motivazione dei dipendenti: un fattore di successo fondamentale per le aziende

Selezionare la persona adatta in termini di valori aziendali e motivazioni è una sfida fondamentale nel processo di reclutamento. La motivazione dei dipendenti è importante anche per lo sviluppo. L’analisi delle motivazioni offre un punto di partenza per poi sviluppare ulteriormente la performance e le competenze di un dipendente. Ciò è di particolare importanza in situazioni in cui le azioni del dipendente sono dettate dalla spontaneità e dal subconscio, o dove esiste una forte correlazione tra il ruolo professionale e i valori personali di un individuo. 

Il questionario views può aiutarvi a individuare in modo efficiente e affidabile le motivazioni e i valori dei vostri dipendenti e candidati.

La voce del cliente

"I risultati dei test ci forniscono informazioni preziose sui nostri candidati e sono molto più utili dei semplici punteggi." Thomas Buller-Hermann, Dortmund Energy and Waterworks

Questionari sui valori di cut-e in uso

views è un sistema di questionari adattivi incentrato sui valori individuali e relativi all’occupazione, sulle motivazioni e gli interessi.

views si basa su un modello composto da 18 valori, raggruppati in tre aree principali: obiettivi, relazioni e ambiente. Il modello alla base di views è stato sviluppato per analizzare nello specifico i valori, le motivazioni e gli interessi rilevanti dal punto di vista dell’occupazione per valutare “l’idoneità culturale” di una persona all’interno di un’azienda, di un reparto o di un team. 

Il questionario identifica 18 dimensioni, ognuna attraverso 6 affermazioni. Grazie all’innovativa tecnologia di analisi adalloc™, le affermazioni sono raggruppate in blocchi con tre affermazioni ciascuno, che devono essere ponderate diversamente dal candidato. In questo modo vengono creati profili sofisticati e validi con un tempo di compilazione del questionario di soli 15 minuti circa. Il formato semplice delle risposte e la brevità della compilazione garantiscono un alto livello di accettazione da parte dell’utente e una minore percentuale di abbandono rispetto agli approcci tradizionali.

I processi possono essere gestiti da cut-e o dai clienti in piena autonomia. Sono disponibili molte funzionalità diverse per inserire e aggiungere progetti e candidati, per inviare e-mail e creare diversi tipi di report.

I risultati possono essere facilmente richiamati on-line. Sono organizzati in modo chiaro in una scheda profilo, o in alternativa si possono creare report descrittivi.

Il sistema, i questionari e i report sono disponibili in diverse lingue. Su richiesta sono disponibili versioni in lingue aggiuntive. I campioni normativi internazionali e locali e le versioni nelle diverse lingue vengono continuamente aggiornati.

Test adattivi per consentire questionari brevi

views utilizza la tecnologia di analisi adattiva adalloc™ sviluppata da cut-e. Questa tecnologia consente di creare un profilo altamente sofisticato relativo ai valori personali attraverso un questionario molto breve.

I principi dell’interpretazione di views in sintesi

La validità predittiva del sistema di valori di un individuo è particolarmente elevata in situazioni in cui il sistema di valori della persona è stato molto sollecitato e/o la persona si rende conto di un collegamento tra i valori personali e le attuali opzioni di azione, oppure la persona agisce in modo spontaneo e inconscio.

I principi alla base dell’interpretazione di views sono: 

    • le motivazioni sono un fattore tra diversi altri (personalità, conoscenze, abilità cognitive, salute, condizioni situazionali) che consente di predire le competenze e il successo professionale
    • i questionari sulle motivazioni hanno una validità piuttosto elevata per predire la performance professionale
    • i risultati dei questionari sulle motivazioni rappresentano una fonte da cui trarre conclusioni, per supportare e completare una varietà di metodi di valutazione
    • i questionari sulle motivazioni sono un metodo efficiente per valutare efficacemente le motivazioni, i valori e gli interessi di una persona
    • le motivazioni, i valori e gli interessi distinguono individui diversi
    • una disparità tra i risultati di views, che derivano dall’auto-descrizione, e il contesto professionale in cui si trova la persona indica una forte necessità di analisi: potrebbe indicare che il candidato deve mettere in discussione il proprio percorso di carriera oppure che il candidato si trova in una situazione di stress
    • generalmente si consiglia di convalidare i risultati attraverso una discussione di feedback

              Domanda all’esperto: la lealtà è la stessa cosa dell’integrità?

              La lealtà e l’integrità non sono lo stesso concetto e non possono essere considerate sinonimi. 

              La lealtà ha a che vedere con la fedeltà o la devozione nei confronti di una persona, un Paese, un gruppo o una causa. L’integrità è un concetto che riguarda la coerenza delle azioni, dei valori, dei metodi, delle analisi, dei principi, delle aspettative e dei risultati e in genere è associata all’onestà e alla sincerità. 

              È sicuramente possibile che una persona possa mostrare un basso livello d’integrità e tuttavia essere leale, oppure non essere leale e dimostrare integrità. Consideriamo gli esempi di cieca obbedienza in cui per lealtà si mettono in atto comportamenti discutibili oppure la situazione opposta, qualcuno che ritiene di subire un trattamento ingiusto e agisce con integrità potrebbe mostrare un comportamento sleale nei confronti di un’organizzazione o un’istituzione, come nel caso di “viva la rivoluzione”.

              Lo sapevate? I risultati del Barometro della valutazione mostrano che:

                • I valori stanno diventando sempre più importanti, con il 46% degli intervistati che utilizza i questionari sui valori
                • È in aumento l’utilizzo della valutazione combinata e non dei test separati

                  Lettura di riferimento

                  Ashton, M. C. (1996). Personality and job performance: the importance of narrow traits. Journal of Organizational Behavior, 19, 289-303.

                  Baron, H. (1996). Strength and Limitations of Ipsative Measurements. Journal of Occupational and Organisational Psychology, 69, 49-56.

                  Barrick, M. R. & Mount, M. K. (1991). The Big Five personality dimensions and job performance: A meta-analysis. Personnel Psychology, 44, 1-25.

                  Bartram, D. (1996). The relationship between ipsatized and normative measures of personality. Journal of Occupational and Organizational Psychology, 69, 25-39.

                  Bartram, D. (2007). Increasing validity with forced-choice criterion measurement formats. International Journal of Selection and Assessment, 15, 263–272.

                  Brown, A. & Maydeu-Olivares, A. (2012). Fitting a Thurstonian IRT model to forced-choice data using Mplus. Behavior Research Methods, 44, 1135-1147.

                  De Vries, A., de Vries, R. & Born, M. P. (2010). Broad versus narrow traits: Conscientiousness and honesty-humility as predictors of academic criteria. European Journal of Personality, 25, 336-348.

                  Dudley, N. M., Orvis, K. A., Lebiecki, J. E. & Cortina, J. M. (2006). A meta-analytic investigation of conscientiousness in the prediction of job performance: Examining the inter-correlations and the incremental validity of narrow traits. Journal of Applied Psychology, 91, 40-57.

                  Griffith, R. L., Chmielowski, T. & Yoshita, Y. (2007). Do applicants fake? An examination of the frequency of applicant faking behavior. Personnel Review, 36, 341-357.

                  Heggestad, E. D., Morrison, M., Reeve C. L. & McCloy, R. A. (2006). Forced-Choice Assessments of Personality for Selection: Evaluating Issues of Normative Assessment and Faking Resistance. Journal of Applied Psychology, 91, 9-24.

                  Hicks, L. E. (1970). Some properties of ipsative, normative and forced choice normative measures. Psychological Bulletin, 74, 167-184.

                  Justenhoven, R. T. (2014). Adaptive allocation of consent – Innovative Itemformate zur Messung von Persönlichkeit. Unveröffentlichte Masterarbeit. Hamburg: Hochschule Fresenius.

                  Kurz, R., Bartram, D. & Baron, H. (2004). Assessing potential and performance at work: The Great Eight competencies. Proceedings of the British Psychological Society, 4, 91-95.

                  Lohff, A. & Wehrmaker, M. (2008). AdallocTM – adaptive scales for online questionnaires. In W. Sarges & D. Scheffer (Hrsg.), Innovative Ansätze für die Eignungsdiagnostik (S. 239-251). Göttingen: Hogrefe.

                  Salgado, J. F. (2003). Predicting job performance using FFM and non-FFM personality measures. Journal of Occupational and Organizational Psychology, 76, 323-346.

                  Saville, P. & Willson, E. (1991). The reliability and validity of normative and ipsative approaches in the measurement of personality. Journal of Occupational Psychology, 64, 219-238.

                  Schmidt, F. L., & Hunter, J. E. (1998). The validity and utility of selection methods in personnel psychology: Practical and theoretical implications of 85 years of research findings. Psychological Bulletin, 124, 262-274.

                  Sitser, T., van der Linden, D. & Born, M. P. (2013). Predicting Sales Performance with Personality Measures: the Use of the General Factor of Personality, the Big Five and Narrow Traits. Human Performance, 26, 126-149.

                  Scopri i prodotti cut-e

                  Cerca tra più di 40 valutazioni psicometriche on-line il giusto test o questionario che soddisfi le tue esigenze.
                  Search by
                  Topic
                  Instrument
                  Contattaci

                  Chiamaci allo +39-06 7183-787

                  O inviaci una mail

                  Iscriviti alle news